A tavola con Appetibilis

Sara’s “Rintrocilo a Primavera”


1109_sarascutti_©giuseppemarone

Love, Sara 🙂

La pasta in Abruzzo è una delle tradizioni più antiche, buona perché preparata con l’acqua purissima delle sorgenti montane e dalle sapienti mani delle famiglie contadine.

Il Rintrocilo, che ha una certa somiglianza con i maccheroni alla chitarra, si distingue per la semplicità degli ingredienti: semola di grano duro, acqua e sale. Si tratta di un formato di pasta lunga a sezione ovale. Ha un tempo di preparazione molto lungo, dalla preparazione della sfoglia, poi tirata e tagliata con il rintrocilo. Un particolare matterello dentato, lungo circa 10 cm, formato da scanalature profonde la cui funzione è di “tagliapasta”.

1636_rintrocilo_sarascutti

Prepping… Sara’s “Rintrocilo a Primavera” | photo and recipe: ©SaraScutti

I Maccheroni al rintrocilo della tradizione abruzzese sono conditi con un ragù di carni miste – dal vitello, maiale, tacchino, pollo, oca, coniglio, agnello, castrato, alla pancetta, salsicce, fegatini, lingua di vitello… Il tutto viene rosolato con peperone fresco, porro, cipolla, aglio, ginepro, maggiorana, timo, funghi porcini e olio extravergine d’oliva.
Un’alternativa molto più semplice è il condimento con solo peperone dolce rosso, essiccato e tritato, fatto soffriggere in aglio, olio e peperoncino. 

La mia è una versione primaverile – per la pasta ho utilizzato, invece della classica semola di grano duro, una farina semi-integrale sempre di grano duro, prodotta in Abruzzo con grano del territorio, dalla consistenza e dal sapore più deciso. Il tutto condito con una crema di asparagi, tartufo nero delle terre d’Abruzzo ed un pizzico di peperone crusco.

1536_rintrocilo_sarascutti

Ingredients… Sara’s “Rintrocilo a Primavera” | photo and recipe: ©SaraScutti

A Tavola con Appetibilis :: Il Rintrocilo alla crema di asparagi e tartufo nero di Sara Scutti

  • Servings: 6
  • Time: 3hr
  • Difficulty: medium
  • Print

Ingredienti per 6 persone | Difficoltà media | Tempi di preparazione: 3 ore


Ingredienti:

700 gr di farina sem-integrale di grano duro
350 gr di acqua tiepida
30 gr sale
1 mazzetto di asparagi (circa 450 gr)
1 cipolla fresca
1 tartufo nero fresco
Listarelle di peperone dolce crusco di Altino
Sale e pepe q.b.
Olio q.b.

Procedimento: Versate la farina sulla spianatoia e formate una fontana, aggiungete il sale e l’acqua tiepida.
Iniziate ad impastare molto energicamente, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, ci vorrà circa mezz’ora. Formate un panetto che lascerete riposare per circa un’ora.

Nel frattempo affettate sottilmente la cipolla fresca e pulite gli asparagi con un pelapatate, eliminando la parte dura. Sbianchite gli asparagi sbollentandoli per qualche minuto in acqua salata, per poi tagliarli a rondelle, lasciando integre le punte che terrete da parte.
In una pentola capiente soffriggete la cipolla, appena sarà appassita, aggiungete gli asparagi; salate, pepate, aggiungete qualche mestolo di brodo o se preferite dell’acqua bollente. Lasciate cuocere finché gli asparagi non saranno diventati morbidi, ci vorranno circa 20 minuti, quindi aggiungete anche le punte e lasciate cuocere ancora per un paio di minuti. Tenete da parte qualche punta di asparago per la decorazione.
Con un frullatore ad immersione frullate gli asparagi fino ad ottenere una crema, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di acqua bollente.

Riprendete il panetto, tagliatelo a pezzi che stenderete spolverizzando spesso con la farina. Dovrete ottenere delle sfoglie di forma rettangolare da circa ½ centimetro di spessore, la cui base deve essere della medesima lunghezza dell’apposito matterello per rintrocilo.
Per ogni sfoglia, passate il matterello dentellato premendo energicamente, potete aiutarvi con una forchetta per staccare la pasta dalle scanalature.
Lessate i rintrocili in abbondante acqua salata, scolate e saltateli nella pentola con la crema di asparagi.
Servite i rintrocili con le punte di asparagi tenute da parte, qualche listarella di peperone dolce crusco e una generosa dose di scaglie di tartufo nero.

Advertisements

One thought on “Sara’s “Rintrocilo a Primavera”

Comments are closed.